AOSTA: Mostra Rocco Schiavone

Pubblicato: 07/02/2017 da Redazione in Fotografia, Mostre, Valle d'Aosta

201702_roccoschiavone.jpegFotografie di scena di Daniele Mantione
Aosta, Sede espositiva Hôtel des États – Piazza Chanoux, 8 – tel. 0165.300552
10 febbraio – 12 marzo 2017
Orario: martedì-domenica 10-13 /14-18
Chiuso lunedì
Ingresso libero
Info: Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Istruzione e Cultura – Struttura Attività espositive
tel.: 0165.275937, e-mail: u-mostre@regione.vda.it – Internet: http://www.regione.vda.it

L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che giovedì 9 febbraio, alle ore 17,30, presso la sede espositiva Hôtel des États, in piazza Chanoux ad Aosta, sarà inaugurata la mostra Rocco Schiavone. Fotografie di scena di Daniele Mantione.
L’esposizione propone una selezione di fotografie di scena della fiction Rocco Schiavone, fortunata serie televisiva coprodotta da Cross Productions e Rai Fiction in collaborazione con Beta Film. Diretta da Michele Soavi e con protagonista l’attore Marco Giallini, la serie televisiva è andata in onda su Rai 2 nell’autunno del 2016, ottenendo successo di pubblico e vincendo tre premi al Roma Fiction Fest 2016.
«Sono lieta di presentare, nell’ambito del programma espositivo dell’Assessorato regionale – commenta l’Assessore Emily Rini – la mostra fotografica Rocco Schiavone, la cui serie televisiva, che ha ottenuto un grande share, ha fatto conoscere al pubblico i luoghi della Valle d’Aosta, con particolare riferimento ai nostri straordinari beni culturali, primo fra tutti il Teatro Romano di Aosta, dove sono state girate alcune scene della fiction».
Rocco Schiavone è il protagonista dei romanzi polizieschi di Antonio Manzini, pubblicati da Sellerio. Schiavone, vicequestore della polizia di Stato, romano doc, viene trasferito ad Aosta per motivi disciplinari. Personaggio ruvido e sopra le righe, è un uomo dal passato oscuro. Ma dietro l’immagine dura che si è costruito si nasconde un evento doloroso: la scomparsa della moglie Marina, avvenuta 7 anni prima in circostanze tragiche. Marina continua a vivere nella fantasia di Rocco, che la vede viva e più bella che mai accanto a sé tutte le sere quando torna a casa. La presenza della donna rende a Rocco sopportabile la vita ad Aosta e sottolinea la nostalgia per Roma e gli amici di sempre. Nella sua nuova vita tra le montagne Rocco passa attraverso omicidi mascherati, finti suicidi, cadaveri non identificati, rapimenti e assassini che tornato dal passato a reclamare vendetta. Casi intricati e avvincenti che, dopo la prima ingannevole impressione, si riveleranno quasi sempre omicidi da risolvere.
Le fotografie di scena presentate in mostra sono state realizzate da Daniele Mantione. Nato ad Aosta nel 1976, Mantione è membro fondatore di A.P.A. VdA, Associazione dei Professionisti dell’Audiovisivo della Valle d’Aosta; esordisce sugli schermi della sede regionale Rai come autore dei documentari Sostenibilmente, Vita da Cani e Jours d’Hiver. Si occupa di fotografia e audiovisivo.

I commenti sono chiusi.