NAPOLI: S I B Y L L A

Pubblicato: 06/06/2017 da Redazione in Campania, Fotografia, Mostre, News

201706_sybilla.jpegIl mistero della vergine oscura
Fotografie di Francesco Soranno
12-30 giugno 2017 stazione Cumana di Montesanto, Napoli – la porta dei Campi Flegrei
12 giugno ore 10.00 cerimonia di apertura | ore 16.00 inaugurazione mostra
orari | lun-ven 10.00/12.30 – 16.00/18.00 sab-dom chiuso | ingresso libero | accesso dal piano stazione (per l’utenza con biglietto) oppure, senza biglietto, direttamente dal pianoterra servendosi dell’ascensore

Ricerca fotografica dedicata alla Sibilla Cumana, forse il più diffuso mito dei Campi Flegrei per ripercorrere l’origine, i segni e i luoghi in cui tale fantastica narrazione si è consumata; in collaborazione con EAV Ente Autonomo Volturno.
Si ringrazia il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo-Soprintendenza Archeologia della Campania per aver autorizzato le riprese fotografiche all’interno del Parco Archeologico di Cuma; particolare ringraziamento a Iolanda Malafronte che ha interpretato la Sibilla.
Il titolo di Sibilla Cumana era detenuto dalla somma sacerdotessa dell’oracolo di Apollo (divinità solare ellenica), situato nella città magno-greca di Cuma, Ella svolgeva la sua attività oracolare in una caverna conosciuta come l'”Antro della Sibilla” dove la sacerdotessa, ispirata dalla divinità, trascriveva in esametri i suoi vaticini su foglie di palma le quali, alla fine della predizione, erano mischiate dai venti provenienti dalle cento aperture dell’antro, rendendo i vaticini “sibillini”. La sua importanza era nel mondo italico pari a quella del celebre oracolo di Apollo di Delfi in Grecia.

Annunci

I commenti sono chiusi.