ROMA: Francesco Alessi e gli anni d’oro di Cinecittà

Pubblicato: 15/12/2017 da Redazione in Fotografia, Lazio, Mostre, News

201712_alessi.jpg

13 dicembre 2017 – 6 gennaio 2018
Associazione Culturale SEI – via degli Arvali, 6 (Metro A – Porta Furba)

La mostra sarà visibile dal 13 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018 tutti i giorni, dalle 15.00 alle 20.00
INGRESSO GRATUITO
INFO: info@6-photo.it – 3394025292

Inaugura mercoledì 13 dicembre a Roma, presso l’Associazione Culturale SEI, la retrospettiva fotografica “Francesco Alessi e gli anni d’oro di Cinecittà”, un percorso visivo che racconta il mondo dei set cinematografici italiani del dopoguerra. In occasione dell’evento organizzato dal MiBACT, le PASSEGGIATE FOTOGRAFICHE ROMANE, l’associazione fotografica SEI, grazie alla collaborazione con il SINDACATO NAZIONALE GIORNALISTI CINEMATOGRAFICI ITALIANI, rende omaggio al noto fotografo di scena Francesco Alessi con una mostra a lui dedicata.
E’ il 1947 quando Francesco Alessi, insieme a Salvatore D’Urso, apre uno studio fotografico a Roma in Piazza di Spagna; due anni dopo l’esordio nel leggendario universo di Cinecittà e più di vent’anni trascorsi a catturare le emozioni e i segreti di tutti i set cinematografici. Nessuna star dell’epoca sfugge al suo obiettivo: Anna Magnani, Sofia Loren, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Walter Chiari, Kirk Douglas, Ugo Tognazzi, Anthony Quinn, sono tra i volti immortalati nelle immagini che troverete esposte. Scatti rubati, inquadrature e primi piani con cui Alessi ci racconta la storia del cinema italiano del dopoguerra. Poi un giorno, come uno scatto preso alla sprovvista e nonostante si trovasse nel pieno del successo, Francesco abbandona la sua Leica per dedicarsi totalmente alla promozione cinematografica, organizzando, tra gli altri numerosi eventi, anche i primi Festival di Taormina.
Nel 2013 viene intitolato in suo onore il “Premio per i fotografi di spettacolo e di scena” istituito dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.

Annunci

I commenti sono chiusi.