LA FUNZIONE SFD SUPER FINE DETAIL PRESENTE NELLE FOTOCAMERE SIGMA DOTATE DI SENSORE FOVEON QUATTRO

Pubblicato: 28/03/2018 da Admin in Fotocamere/obiettivi, Fotografia
Tag:, ,

immagini-multiple.jpg

Con la nuova generazione di sensori Foveon Quattro, Sigma ha introdotto una nuova modalità di scatto chiamata SFD. “SFD” sta per “Super Fine Detail” e, grazie a 7 scatti consecutivi con diverse esposizioni, migliora notevolmente la pulizia dell’immagine, scompare quasi del tutto il rumore e viene incrementata la gamma dinamica. Le immagini che si ottengono sono mozzafiato e competono con quelle ottenute con le migliori fotocamere di medio formato che costano molto di più. Un risultato incredibile per il piccolo sensore Foveon!

sigma-SFD-super-fine-detail_08.jpg

Usare la modalità SFD, però, non è affatto immediato ed è facile ottenere risultati deludenti, ragione per cui Rino Giardiello, professionista che usa le fotocamere Sigma per i suoi lavori e Sigma Ambassador, ha pubblicato un breve tutorial su Nadir Magazine in cui spiega con grande semplicità la modalità SFD “Super Fine Detail”  presente nelle fotocamere Sigma sd Quattro, Sigma sd Quattro H e nelle compatte della serie dp Quattro.

Sempre su Nadir Magazine la prova sul campo dell’ottimo obiettivo Sigma 135mm F/1.8 DG HSM della prestigiosa serie Art che si colloca dell’Olimpo dei 135mm luminosi, al pari o meglio di tanti 135mm originali ed il suo unico rivale è lo Zeiss presente nel corredo Sony che costa quasi il doppio.

03_Sigma-135-Art-Lisa

Nello stesso aggiornamento di Nadir Magazine, la recensione del saggio di Alessandro Rizzitano “Strada facendo”, un piccolo libro che parla di fotografia e riporta le esperienze personali dell’Autore. Riflessioni e spunti di meditazione che mostrano la grande passione per la fotografia di Alessandro Rizzitano.

 

Annunci

I commenti sono chiusi.