MILANO: Mondo Fuori

Pubblicato: 29/09/2019 da Redazione in Fotografia, Lombardia, Mostre, News

201909_mondofuori.jpg

Di Gianni Otr Baggi
A cura di Elena Amodeo, Vittorio Schieroni

9 – 16 ottobre 2019
Cocktail Party – mercoledì 9 ottobre, ore 18 – 21
Lunedì ore 15 – 18, da martedì a sabato ore 10 – 13 e 15 – 18
Apertura Giornata del Contemporaneo AMACI sabato 12 ottobre ore 15 – 18
c/o Studio Rospigliosi | Palazzo Borromeo Piazza Borromeo 10, 20123 Milano

In occasione della Quindicesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, MADE4ART è lieto di presentare presso la prestigiosa sede espositiva dello Studio Rospigliosi di Milano, all’interno dell’esclusiva e splendida cornice di Palazzo Borromeo, nel cuore del centro storico della città, un’importante personale dell’artista fotografo Gianni Otr Baggi (Pavia, 1946).
La mostra, a cura di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo, presenta al pubblico l’inedita serie Mondo Fuori – World Outside frutto della recente ricerca progettuale in ambito fotografico dell’artista lombardo. Dopo aver indagato attraverso le sue opere gli aspetti più propriamente introspettivi della realtà, Gianni Otr Baggi si propone ora di raccontare il mondo esterno attraverso un linguaggio surreale e figurativo realizzato attraverso sovrapposizioni inaspettate ed enigmatici assemblaggi, facendo spesso ricorso ad accesi e intensi cromatismi, a un disordine visivo organizzato e ricercato, a un’astrazione presa in prestito dal campo della pittura. Opere di grande fascino e profonda poesia nelle quali dettagli architettonici e particolari tratti dalla storia dell’arte si fondono armonicamente, dove l’universo del sacro e la vita quotidiana della metropoli vengono a unirsi in sorprendenti composizioni. Una maniera di osservare il mondo e di comunicarlo agli altri che appartiene al linguaggio del surrealismo, sapientemente interpretato da Gianni Otr Baggi attraverso l’obiettivo fotografico.
La dimensione libertaria del surrealismo ha avuto l’ambizione smisurata di darci in questo secolo posto, come nessun altro, sotto il segno della violenza e dell’odio, una poetica dell’amore e un’etica della libertà.

Annunci

I commenti sono chiusi.