Archivio per la categoria ‘Arti varie’

BOLOGNA: Otto lettere +

Pubblicato: 16/04/2022 da Staff in Arti varie, Emilia Romagna, Mostre

Di Maurizio Arcangeli
07.05 – 01.07.2022 – Inaugurazione: sabato 7 maggio 2022
Apertura dal martedì al sabato ore 10:30 – 12:30 | 15:30 – 18:30
Sede: AF Gallery, Via dei Bersaglieri 5/e, 40125 Bologna
Tel.051 229544 info@afgallery.it | http://www.afgallery.it
Ingresso: gratuito

(altro…)

BOLOGNA: Figure nel paesaggio

Pubblicato: 25/01/2022 da Staff in Arti varie, Emilia Romagna, Mostre


di Stefano Peroli
AF Gallery, Via dei Bersaglieri 5/e, 40125 Bologna
Ingresso libero
info@afgallery.it | http://www.afgallery.it
Testo critico : Claudio Musso
Apertura dal martedì al sabato ore 10:30 – 12:30 | 15:30 – 18:30
12.02 / 31.03.2022

Secondo la teoria della Gestalt, alla percezione visiva umana si applica un principio di preferenza gerarchica che individua in un’immagine l’elemento denominato “figura” e un campo restante definito “sfondo”. Tale assioma viene sorretto anche dall’esistenza di eccezioni, immagini cosiddette “ambigue” nelle quali, al mutare della messa a fuoco, figura e sfondo possono scambiarsi di ruolo, passare da uno stato all’altro come libere da contesti e contorni. Per una certa storia della pittura, la selezione di uno dei cardini della visione potrebbe aver dato luogo allo sviluppo di due generi distinti: il ritratto e il paesaggio.
Stefano Peroli sembra optare per una scelta drastica e radicale: eliminare la figura dal paesaggio e viceversa. Non si tratta di una cancellazione, tanto meno di iconoclastia. Si assiste piuttosto ad una concentrazione di sforzi, ad una riflessione sull’energia potenziale del quadro.
Già agli albori dagli anni Novanta, Concetto Pozzati si interrogava sulla possibilità di dipingere ancora, soprattutto paesaggi (Impossibile paesaggio, 1991), la sua era un’incognita diretta non tanto alle ipotesi compositive o alle facoltà rappresentative, quanto alla reale necessità di protrarre una sollecitazione.
Accade allora, come in Senza titolo (2011), che l’orizzonte si schiacci fino alla base della tela, producendo un esile profilo montano nel quale si rispecchia una veduta cara all’artista, il resto della superficie rimane privo di pigmento occupato da una griglia che suddivide lo spazio come a prefigurare un’ipotetica composizione futura. Le uniche forme che invadono lo schema sul lato destro sono molli, penzolanti, arcuate. Ricordano in qualche modo gli 11 cetacei (2006), guizzi di acrilico bianco che si muovono liberi su una campitura acquosa che riempie lo spazio del quadro come una texture. Tra le due opere si impone un repentino cambio del punto di vista, dalla frontalità delle sagome alpine si trasla ad una veduta marina aerea, a volo d’uccello, per poi innalzarsi ancora verso una distasa zenitale in Finis Terrae (2017). Si fa luce l’idea di una mappa, la traccia di una Pangea in espansione che cerca collocazione soppiantando il vuoto, conquistando centimetri attraverso l’alternanza di fragili lingue e fiordi discontinui.
Così come nei paesaggi, anche per i cicli delle Figure e delle Teste il dato primario affonda in una tensione tra poli in opposizione. Alla base di questi dipinti è il sottile limite tra gesto e sembianza, il primo infatti si ripete, tentativo dopo tentativo, per rimanere in bilico tra forma (form) e figura (shape), mentre la seconda appare e scompare a seconda della posizione dell’occhio di chi guarda. Gli occhi e lo sguardo sono per certi versi al centro della poetica di Stefano Peroli e, specialmente nelle Teste, ciò risulta ancora più evidente. Mentre la conformazione dei visi, dei corpi, si emancipa dalla macchia per tendere verso la sagoma, il vero punto di attrazione sono palpebre chiuse, bulbi oculari, linee in procinto di schiudersi, fino ad occhi completamente aperti. E da qui si può ripartire per una nuova visione.

(altro…)

ROMA: Contesti

Pubblicato: 07/09/2021 da Staff in Arti varie, Lazio, Mostre


A cura di Anna Isopo
Arte Borgo Gallery – Borgo Vittorio 25 | Roma
11 – 24 settembre 2021
Opening sabato 11 settembre ore 18.00
L’ingresso sarà contingentato secondo le normative vigenti; sono obbligatori l’uso della mascherina e la presentazione del green pass.
Info: 345-22.28.110 info@arteborgo.it http://www.arteborgo.it

Da sabato 11 a venerdì 24 settembre 2021 Arte Borgo Gallery ospita la mostra Contesti una nuova collettiva dedicata a 13 artisti contemporanei del panorama internazionale. La mostra pone al centro della tematica il contesto che ha esortato gli artisti a generare processi creativi espressi sotto forma di arte. Influenzato da luoghi o situazioni, l’artista, attraverso l’arte, esprime se stesso, narra la propria storia, scruta e rielabora momenti passati. Dove le emozioni non trovano parole l’arte diventa la risposta alternativa ad esprimere sentimenti vissuti, a dare forma alla propria esperienza lasciando trapelare il proprio significato più profondo. Contesti propone una selezione di opere in cui i vari linguaggi espressivi sono coniugati alla qualità estetica. Un’esposizione in cui le varie espressioni e le varie tecniche creano un’occasione di comunicazione per gli artisti coinvolti.

(altro…)

ROMA: IN CONTEMPORANEA

Pubblicato: 04/06/2021 da Staff in Arti varie, Lazio, Mostre

Arte tra sperimentazione e ricerca
Ambasciata della Repubblica Araba d’Egitto – Ufficio delle Relazioni Culturali e Didattiche
Via delle Terme di Traiano 13 | Roma
Opening giovedì 10 giugno ore 17.30
Apertura al pubblico: dal 10 al 22 giugno 2021
Orari della mostra: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16 sabato e domenica chiuso
Organizzazione: ANNA ISOPO, Arte Borgo Gallery 345 – 22.28.110, Borgo Vittorio 25 – 00193 Roma

(altro…)

Mario Giacomelli, Storie di terra, 1984 – (fotografia donata a Nemo Sarteanesi),
Courtesy Archivio Sarteanesi – Copyright Rita e Simone Giacomelli


Mostra itinerante
Palazzo del Duca, Senigallia (AN)
1 luglio – 26 settembre 2021
A cura di Marco Pierini
Coordinamento scientifico Alessandro Sarteanesi
Catalogo Magonza Editore
Per Info e prenotazioni: http://www.comune.senigallia.an.ithttp://www.feelsenigallia.it
Biglietteria elettronica http://www.ciaoticket.it
Orari: Martedì – domenica, festivi e prefestivi: 17.00 – 23.00. Lunedì chiuso
Gli orari possono subire variazioni in base alle norme di contenimento Covid-19

Museo MAXXI – Roma
Autunno 2021
A cura di Bartolomeo Pietromarchi

Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri – Città di Castello (PG)
Primavera 2022
A cura di Bruno Corà

Senigallia Città della Fotografia, Museo MAXXI, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, presentano Giacomelli / Burri. Fotografia e immaginario materico, una grande mostra itinerante dedicata a due grandi artisti del ‘900: Mario Giacomelli e Alberto Burri. La mostra racconta, attraverso un corposo nucleo di fotografie dedicate da Giacomelli a Burri, relative ad una personale visione del paesaggio e della terra (in dialogo con la pittura Informale), e a lettere e documentazioni di archivio, le vicende artistiche e umane che hanno legato due grandi protagonisti del ‘900.
L’esposizione, ideata da Magonza e prodotta con il Comune di Senigallia, promossa da Fondazione MAXXI, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Archivio Giacomelli e Archivio Sarteanesi, prenderà il via il 1 luglio a Senigallia a cura di Marco Pierini, per poi spostarsi, in allestimenti diversi nel dialogo con gli spazi, in autunno al Museo MAXXI di Roma per la curatela di Bartolomeo Pietromarchi, e successivamente alla Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri a Città di Castello, nella sede degli Ex Seccatoi del Tabacco per la cura di Bruno Corà.

(altro…)

ROMA: RIFLESSI

Pubblicato: 16/05/2021 da Staff in Arti varie, Fotografia, Lazio, Mostre

A cura di Anna Isopo
Opening sabato 22 maggio 2021 ore 18.00
Arte Borgo Gallery | Borgo Vittorio 25 Roma – info@arteborgo.it http://www.arteborgo.it
L’ingresso sarà contingentato secondo le normative vigenti volte a tutelare la sicurezza e la salute dei visitatori.
La mostra sarà visitabile dal 22 maggio al 10 giugno 2021
Orari: dal martedì al venerdì 11.00 | 19.00; lunedì 15.00 | 19.00; sabato 10.00 | 13.00

Riflessi è il titolo della mostra in cui tre artisti differenti per nazionalità e tecniche compositive si incontrano e si confrontano da sabato 22 maggio a giovedì 10 giugno 2021 presso lo spazio espositivo di Arte Borgo Gallery. Istanti di emozioni che si riflettono e vengono fissati sulla tela , questa la chiave di lettura della mostra in cui sono protagonisti Rosemary Burn, Daniela de Scorpio e Przemko Stachowski.
Tre personalità distinte da cui traspare e riflette la passione, la sensibilità e il dinamismo che coniuga la loro arte, una condivisione di un percorso complesso frutto di costante ricerca con cui i tre artisti riescono a contenere nelle loro opere una incalzante manifestazione di idee, sentimenti ed emozioni.

(altro…)

ROMA: Soul Minimal

Pubblicato: 30/04/2021 da Staff in Arti varie, Lazio, Mostre


di Axel Becker
a cura di Anna Isopo
Presentazione a cura dello Storico dell’arte Giorgio Vulcano
Opening sabato 8 maggio 2021 ore 18.00
La mostra sarà visitabile dal 8 al 14 maggio 2021
Orari mostra dal lunedì al venerdì 11.00 | 19.00
Arte Borgo Gallery – Borgo Vittorio 25 Roma – Info: 345-22.28.110 info@arteborgo.it http://www.arteborgo.it

(altro…)

BOLOGNA: NOTIZIE DALLA ZOÉ

Pubblicato: 06/04/2021 da Staff in Arti varie, Emilia Romagna, Mostre


di Gianni-Emilio Simonetti
10.04 – 11.06.2021
Inaugurazione sabato 10 aprile 2021, ore 15-19,30.
Apertura dal martedì al venerdì ore 10,30 – 12,30 | 15,30 – 18,30.
Sede AF Gallery, Via dei Bersaglieri 5/E, 40125 Bologna.
Ingresso gratuito.
Tel.051 229544
info@afgallery.it | http://www.afgallery.it

Artista visivo, docente e scrittore, Gianni-Emilio Simonetti (Roma 1940) è sicuramente l’esponente italiano più importante del movimento Fluxus. Nel 1964, con Daniela Palazzoli, realizza « Gesto e Segno », la prima manifestazione italiana dedicata a Fluxus, alla Galleria Blu di Milano. Con Daniela Palazzoli e Gianni Sassi è stato poi il promotore di questo movimento in Italia attraverso la casa editrice ED.912 e la pubblicazione della rivista « B’t ». Il sodalizio con George Maciunas darà vita a numerosi concerti, pubblicazioni e avvenimenti organizzati all’insegna di Fluxus in Italia. Nel 1965, tramite Dick Higgins e la “Something Else Press” entra in contatto con John Cage e inizia a comporre la serie «Mutica », diciassette brani di musica muta dove, attraverso la tecnica del collage, l’aspetto visivo dei segni e dei colori giocano un ruolo principale, prevedendo l’inizio di azioni, senza poter stabilire l’esito ultimo, dando così molta più importanza al processo di creazione che al prodotto finale. L’artista svilupperà nel corso degli anni una ricerca legata alla visione e al suono, in cui il linguaggio visivo e la musica si incrociano con dei frammenti di segni e colori, immagini e parole.
Nella mostra NOTIZIE DALLA ZOE’ sono esposte opere dagli anni ’60 sino ai giorni nostri.

202008_attrazione

Manufactory Project e Spinafestival
3 giorni di forme d’arte in dialogo con gli spazi
Dal 4 al 6 settembre 2020 – Comacchio
Street art, installazioni, performance, concerti, film e tanto altro
Stadio Comunale / Lido Spina – Comacchio (FE)

Grande attesa per la prima edizione di Forza d’Attrazione, evento unico che unisce due tra i più importanti festival della scena comacchiese: Manufactory Project e Spinafestival, insieme per dar vita a una nuova collaborazione con l’obiettivo di costruire un progetto artistico omogeneo e consolidato, capace di arricchire, di anno in anno, la realtà culturale della piccola città lagunare. (altro…)

(r)esistiamo

Pubblicato: 14/05/2020 da Staff in Arti varie, Fotografia, Lazio, Mostre, News, Web

202005_resistiamo

(r)esistiamo – web exhibition. A cura di Penelope Filacchione
La mostra sul web che diventerà reale alla fine della quarantena
15 maggio ore 18.00 – 19.30 vernissage online con gli artisti

(r)esistiamo – web exhibition è una mostra nata nel tempo della quarantena, con lo scopo di fare rete tra artisti e prepararci a resistere a ciò che verrà. #r_esistiamo è l’hashtag della mostra: ciascun artista lo interpreta a suo modo, perché ciascuno resiste come può. Si è voluto porre l’accento sul dopo, non sul virus o sull’isolamento, ma su come si può continuare a progettare il futuro nel mondo delle gallerie indipendenti e degli artisti, finora esclusi da qualsiasi accenno di sostegno pubblico. (altro…)